Birra Weiss o Birra Weizen?

BIRRE DI FRUMENTO

Weiss e Weizen sono due termini tedeschi per indicare le birre di frumento, solitamente non filtrate. Entrambi i termini condividono la stessa etimologia, Weiss significa bianco, mentre weizen frumento. Entrambe quindi identificano secondo la scuola bavarese le birre di frumento chiamate per esteso weissbier o weizenbier.

Le birre weiss sono una eccezione rispetto alle birre bavaresi che solitamente sono prodotte in bassa fermentazione. Le birre weiss, infatti, sono ad alta fermentazione, fermentate con particolari ceppi di lievito che le fanno sviluppare i profumi tipici e distintivi di queste birre di frumento: banana matura e chiodi di garofano.

Le birre weiss si contraddistinguono anche per una gradazione leggera (varia dai 4° ai 5°), una gasatura vivace, e basse luppolature; sono birre molto dissetanti e preferite nei periodi estivi. Non lasciamoci ingannare dalla bevibilità delle birre weiss grazie alle quali vengono identificate come birre leggere: le birre weiss sono le birre con più rapporto nutritivo, un vero concentrato di benessere!

In cosa si distinguono dalle Blanche belghe?

Dette anche birre bianche, si distinguono dalle weiss/weizen tedesche per l’impiego di spezie (coriandolo, scorza d’arancia ecc) al loro interno. Infatti, diligenti al rispetto dell’Editto sulla Purezza, i bavaresi producono le loro birre weiss senza l’aggiunta di ingredienti extra, ma solo con: acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito.

Tipologie di Weiss

Kristallweizen: weiss filtrate dai lieviti e quindi molto limpide (più rare anche se spesso preferite soprattutto in Italia)

Hefeweiss: tipologia bavarese più diffusa, che si contraddistingue per i lieviti in sospensione (sono quelle più cariche a livello gustativo e olfattivo)

Dunkelweiss: Weiss scure perché prodotte con malti scuri, mantengono la gradazione leggera delle weiss bionde

weissBock: weiss scure e molto alcoliche (solitamente dagli 8° in su)

Storia delle Birre Weiss

L’Editto sulla Purezza segna la storia delle birre weiss. Nato nel 1516 aveva un doppio scopo: fissare le materie prime consentite nella produzione di birra ma soprattutto di tutelare i panificatori.

E quindi? Quindi era vietato ai birrai utilizzare frumento e segale (consentito però nei monasteri). Bisogna attendere quasi 3 secoli perché il primo birrificio privato possa liberamente produrre birre weiss.

E’ il 1872 quando il Re di baviera ottiene il diritto di brassare birre di frumento, e nello stesso anno iniziò a produrre. E chi lo sa come si chiamava il re di Baviera? George Schneider, un nome che può dire nulla o può dire tutto visto che è il birrificio privato più antico e famoso della baviera, primo produttore di birre weiss, che tutt’oggi lo rendono famoso.

La Birra Weiss non è quello che sembra

E’ di abitudine comune, attribuire come specificità della birra Weiss il fatto di non essere filtrata. Tale affermazione è quanto di più errato possa dirsi al loro riguardo. Con il termine Weiss/weizen si intendono quelle birre prodotte con frumento, e che poi, per la maggioranza sono anche non filtrate (desinenza di HefeWeiss); ma come avete potuto leggere esistono anche le Kristallweiss: birre di frumento filtrate e quindi limpide (oggi sempre più in sviluppo).

Abbinamenti Birre Weiss

Le birre weiss possono sembrare, a causa della loro importanza gustativa, difficili da abbinare; in realtà non è così. Ogni caratteristica predominante delle birre weiss trova spazio nell’accompagnamento culinario che più le assomiglia. La loro frizzantezza e freschezza rende adatte le birre weiss come aperitivo, la loro corposità e importanza le abbina perfettamente alle carni (soprattutto quelle di maiale), l’acidità la rende adatta ai formaggi (quelli più grassi e freschi). Si abbinano bene anche alle carni piccanti (ma poco speziate), e inoltre vi consigliamo un abbinamento azzardato ma spesso vincente: il cocomero!

tratto da birre da manicomio